KRIMINAL KAYAK

info@kriminalkayak.it

LA STORIA

 

Kriminal Kayak nasce nell’estate del 2009 dalla passione per la canoa di quattro amici (Gabri, Billy, Bacci e Jaco), dalla loro voglia di stare insieme, di esplorare sempre nuovi percorsi fluviali condividendo momenti intensi e avventurosi, ma anche dal desiderio di identificarsi come gruppo sotto un simbolo: la doppia K, che racchiude in sé la parola KayaK e quel Kriminal che sottolinea il pizzico di follia e quello stare un po’ fuori dalle righe e dagli schemi che da sempre caratterizza gli sport estremi.

 

Fin da subito l’interesse non è soltanto per la discesa fluviale ma anche per il freestyle. Gli amici, che a cavallo del 2010 diventano cinque, si allenano insieme più volte alla settimana: si danno appuntamento per surfare le onde quando il mare lo consente, per discendere qualche fiume dell’ Appennino quando piove, o delle Alpi in primavera/estate. In alternativa si ritrovano in un laghetto sul fiume Scrivia, nell’entroterra genovese, e si allenano in acqua piatta sulle figure.

 

 

Forse per il legame venutosi a creare, che cresce con le esperienze e le avventure vissute insieme, forse per quella sana rivalità, quel continuo sbeffeggiarsi amichevolmente quando non viene la figura di freestyle, il passaggio o la rapida perfettamente, i ragazzi diventano giorno dopo giorno sempre più tecnici, e questo viene notato nel piccolo mondo della canoa italiana.

 

 

La povertà di spot per il freestyle nel nostro paese spinge spesso i Kriminals a recarsi in Francia, dove ben presto legano alcune amicizie. Dai nuovi amici c’è tanto da imparare: avendo le possibilità in quanto a spot, sul freestyle sono molto più avanti. I nuovi rapporti sono stretti al punto che alcuni ragazzi francesi chiedono di entrare a far parte di Kriminal Kayak… la famiglia si allarga.

 

 

 

Seguono anni stupendi, di grande amicizia e fratellanza, di notti passate al freddo nelle tende in riva al fiume, magari sotto un diluvio… di cene cucinate su un fornelletto da campo alla luce tremante di una frontale… di interminabili viaggi in macchina con le canoe sul tetto… anni, perfino, di fughe dal lavoro o da scuola per andare a prendere le onde o a fare una veloce discesa sullo Scrivia, spesso in inverno con pochi gradi, a volte con la neve… ma questa è la vera passione!

 

 

 

 Nel 2011 KriminalKayak è scossa da un grave incidente… Uno dei quattro ragazzi del gruppo iniziale viene a mancare. E’ un momento duro, qualcosa sembra rompersi, qualcuno smette di andare in canoa per un po’. La passione alla fine però vince e il gruppo si ricompatta, pur rimanendo scosso.

 

 

 

Nel 2012 Kk collabora con Exo Kayak per la creazione della nuova barca da gioco Exo Xg, dedicata all’amico scomparso.

 

 

 

Exo è una delle due aziende produttrici di kayak e canoe in materiale plastico in Italia, nonché uno dei brand emergenti più conosciuti a livello europeo.

 

 

 

Durante questa collaborazione alcuni dei kriminals entrano a far parte del Team Exo.

 

 

 

Negli anni a venire KK continua a farsi conoscere. Sono molti i canoisti che comprano la t-shirt con il logo e che attaccano lo sticker sulla propria auto o furgone.

 

 

 

Nel 2013 uno dei ragazzi del quartetto iniziale decide di dedicarsi alla canoa a tempo pieno, con il progetto non solo di insegnare questo sport ma anche di organizzare viaggi e spedizioni fluviali dovunque sia possibile.

 

 

 

Inizia lavorando come istruttore presso alcune associazioni genovesi. Questo fa sì che piano piano altri ragazzi si avvicinino a KriminalKayak, chi incuriosito dai racconti, chi attirato da un gruppo che pare tanto affiatato. Cresce mano a mano l’idea di raccogliersi “sotto un unico tetto”, di creare una sede dove potersi incontrare per allenarsi o anche solo per fare due chiacchiere, magari dove tenere le proprie canoe, e da lì poter partire per diverse mete. Anche molti dei nuovi ragazzi guardano con entusiasmo a questo progetto, trovando qui maggiori stimoli che in altre associazioni canoistiche.

 

 

 

E’ così che nel 2015, appoggiata da Exo, Kriminal Kayak diventa associazione, con sede nel porticciolo di Nervi. Un sogno realizzato per quei primi quattro amici, per i tanti nuovi compagni, per la memoria di chi è andato avanti, e soprattutto uno stimolo a crescere e a fare conoscere la bellezza e la semplicità di uno sport che incredibilmente tanto sa dare.

 

 

OGGI

 

KriminalKayak è ad oggi la migliore scuola di canoa fluviale in Liguria.

 

Indubbiamente il sito migliore per chi, incuriosito, vuole provare ad affacciarsi al mondo della canoa turistica e del kayak freeride.

 

Durante i corsi vengono utilizzate attrezzature moderne: grazie al supporto di ExoKayak canoe e pagaie sono sempre in ottimo stato e di ultima generazione.

 

Istruttori di grande competenza tecnica, ma soprattutto di grande passione ed esperienza, ti seguiranno nel tuo percorso di apprendimento, adeguato alla continua evoluzione della tecnica moderna.

 

Ma KriminalKayak non è solamente la migliore scuola di canoa che puoi trovare… è anche una comunità con un forte spirito di aggregazione, rimanendo un gruppo eterogeneo: chi si dedica al freeride fluviale e chi preferisce discese più tranquille ma ugualmente divertenti, chi si accontenta di viversi il mare e la nostra stupenda costa e magari surfare qualche onda.

 

Con il tuo progredire canoistico ti verranno proposte quasi settimanalmente esperienze, viaggi ed attività dal fluviale al marino, dalla singola giornata al weekend fuoriporta fino al viaggio in Europa o nel mondo.

 

KriminalKayak offre infine una bellissima sede a due passi dal mare nel tranquillo porticciolo di Nervi, caratterizzata da un ambiente giovane, colorato, pulito e accogliente, all’interno del quale i soci possono rilassarsi seduti comodamente su un divano guardando l’ultimo video di kayak del momento o il girato della propria GoPro durante l’ultima discesa fluviale.

 

 

Nel 2019 KK si espande ancora, aprendo una succorsale invernale, la Kriminal Lake House, in Patagonia, Chile: giusto ad un paio di km dall'imabrco di uno dei fiumi più belli del mondo: il Futaleufù.

 

 

E’ sicuramente un mondo nuovo, un po’ sconosciuto ma che sta piano piano emergendo.

      A te la scelta di farne parte, di salire su questo treno o di restare a terra.